Psicologo, psicoterapeuta e psichiatra, quali differenze?

Si tratta di tre professionisti differenti che operano nel settore della salute mentale.

Lo psicologo, dopo la laurea specialistica, si abilita alla professione attraverso lo svolgimento di un tirocinio post lauream annuale e il superamento dell’esame di stato a cui segue, per esercitare la professione, l’iscrizione all’albo degli psicologi. Secondo l’ordinamento della professione lo psicologo è un esperto nell’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, diagnosi, riabilitazione e sostegno psicologico, utilizzando come principale strumento il colloquio clinico.

Lo psicoterapeuta è un professionista che, conclusa la laurea in psicologia o in medicina e abilitato all’esercizio della professione, segue un ulteriore percorso di specializzazione post-universitaria di almeno 4 anni che prevede adeguata formazione e addestramento in psicoterapia. Offre percorsi di diagnosi e di cura dei disturbi psicologici dai più lievi ai più gravi.

Lo Psichiatra ha una laurea in Medicina e Chirurgia e una specializzazione post-lauream in Psichiatria. Lo Psichiatra si occupa di disturbi mentali da un punto di vista medico: richiede e valuta esami medici, prescrive farmaci generici e psicofarmaci.

Questi differenti professionisti inoltre, quando necessario, collaborano alla realizzazione del percorso terapeutico, ciascuno con i propri strumenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *